Visualizzazione post con etichetta La Cucina italiana (rivista). Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta La Cucina italiana (rivista). Mostra tutti i post

martedì 23 ottobre 2018

FETTA AL LATTE HOME MADE


Sono diffidente verso l'industria alimentare e ancor più “difficile” nei confronti degli snack, anche se famosi come quello in questione. Questa versione “home made” mi ha disarmata al primo morso, mi sono arresa, perché ci sono pochi argomenti che reggono quando si abbina la panna al Pan di Spagna al cacao soffice, non è vero!?
Ho usato con successo il preparato a base di Gelatina in Polvere della Fabbri anziché la gelatina in fogli, è bastata una busta da 45 gr. e in questo caso non va aggiunto il miele, perché il preparato contiene già lo zucchero. Otterrete ben 8 generose merendine rettangolari, altrimenti tagliatele in 16 cubotti. Le fette al latte si conservano coperte con pellicola o in un contenitore ermetico per due giorni.




martedì 9 ottobre 2018

CODA ALLA VACCINARA "ALLEGGERITA"


"Alleggerita" perché non sempre si può "avere stomaco" per affrontare l'originale; ricordo che quando la mangiai questo piatto per la prima volta in una trattoria romana in zona via del Tritone, non riuscendo a resistere alla tentazione di rosicchiare, presi le ossa con le mani che così si "profumarono" per i successivi tre giorni! Comunque è una pietanza deliziosa e per questo non voglio rinunciare a prepararla.

venerdì 7 settembre 2018

VELLUTATA DI ZUCCHINI



La cucina classica distingue le minestre “legate” in vellutate e creme: le vellutate prevedono di addensare una base di purè di verdura con un roux (miscela di burro e farina) e di stabilizzarle con una liaison (legante) di panna e uova. Molto fini e lisce (devono “vellutare” il cucchiaio), si preparano con verdure polpose e delicate come asparagi e zucchine, ma anche con insalate e spinaci. Le creme, invece, solitamente sono a base di verdure come cavolfiori, broccoli, zucca, e si legano con un composto di latte e farina di riso. Se sono a base di legumi o di patate, amidacei che hanno già una funzione addensante, non è necessario legarle con la farina di riso, ma è sufficiente frullarle o passarle al passaverdura, ottenendo le passate. Le creme e le passate rimangono meno fine rispetto alle vellutate.

martedì 4 settembre 2018

PLUM CAKE DI FICHI E NOCI


Per ammorbidire, o meglio, per addolcire il passaggio dall'estate all'autunno, questi plum cake sono un mezzo proprio giusto! I tortini aromatici, morbidi, con i fichi dentro mi riconciliano con la legge del tempo, gustandoli alla fine accetto le ore di luce più corte e l'aria frizzante che mi costringe a tirar fuori dall'armadio una felpa.

giovedì 26 luglio 2018

martedì 10 luglio 2018

CHAPATI CON FORMAGGIO E ORTAGGI, ALLA CREMA DI ALBICOCCHE


Mi perdoneranno i puristi cultori della cucina indiana, perché questo è piuttosto un piatto Indian style, seppure le caratteristiche di fondo - dal pane chapati agli ingredienti vegetariani - sono rispettati! Si tratta infatti dell'incontro della fantasia tipicamente italiana con i "canoni" dell'alimentazione indiana. Il risultato a mio parere è sorprendentemente gradevole.

domenica 8 luglio 2018

PAVLOVA AI FRUTTI ESOTICI


Un vero dolce da sogno! Sogno leggero, colorato, che danza nei luoghi dove prima non sei stata. Quel tipo di sogno che al risveglio ti lascia un retro gusto soave e gradevole delle esperienze oniriche, nuove e piacevolissime.

sabato 7 luglio 2018

COZZE E ZUCCHINI


In estate una persona intelligente cerca di stare il meno possibile ai fornelli, approffitare dei frutti pieni di energia della stagione, godere le lunghe  giornate all' aria aperta, ma senza, ripeto, senza rinunciare a "intervalli" gustosi per placcare lo stomaco-brontolone! Io  - che senza falsa modestia mi considero una persona intelligente - preparo questo piattino che è anche talmente economico da farmi "saltare fuori" pure un soldino per prendere dopo un gelato!

giovedì 5 luglio 2018

ZUCCHINI RIPIENE


Questa ricetta la propongo nella versione classica e con l'indicazione di alcune varianti (tra parentesi quadra) che ho apportato, anzi che ha apportato mio marito. Apparentemente sembra la stessa, ma come diceva la mia cara suocera, "ci sono tanti asini che si assomigliano"; quindi non resta che metterle a confronto, poi giudicatele voi.

martedì 5 giugno 2018

SCIROPPO DI FIORI DI SAMBUCO 2

Lo scorso anno vi ho proposto una ricetta e quest'anno ve ne propongo un'altra: protagonista sempre il fiore di sambuco per uno sciroppo che vi può accompagnare da un Maggio all'altro, garantendovi così la compagnia di questo aroma davvero inebriante. Unica raccomanddazione: raccogliete i fiori quando il pistillo è ancora fresco, in aperta campagna, ma non troppo vicino alle distese coltivate, dove l'aria è più pulita. Comunque una ricetta da conservare ormai per la prossiam annata.

venerdì 1 giugno 2018

CAVATELLI CON LA RUCOLA (CAVATIEDDI CON LA RUCA)



Non abbiate dubbi sulla bontà di questo piatto pugliese! In più la sua preparazione favorisce il vostro benessere psico-fisico: sviluppate la manualità che ha un legame diretto con la reazione mentale, scaricate le tensioni trascinando la pasta, consumate un cibo senza colesterolo e spendete veramente pochi denari, ma acquistate tanto quanto un bel piatto da ristorante!

giovedì 3 maggio 2018

POLLO CON CREMA DI PORRI E TARASSACO




È davvero un peccato non approfittare in cucina degli ingredienti che la natura fornisce spontaneamente -basta raccoglierli- molto gustosi, sani e che hanno un sacco di proprietà salutari. Il tarassaco in primavera è tenero e forse per questo anche meno amaro, così mi è sorta la curiosità di sapere che figura farà in questa ricetta. Provatela perché è oltretutto semplice da preparare e il pollo (meglio se ruspante) abbinato a quest'erba dei campi non sembra per niente “noioso”. La salsina si, è amara, ma ha il suo “perché” nella composizione del piatto.

mercoledì 25 aprile 2018

TACCHINO CON UVETTA E ANACARDI

La carne di tacchino non la ho mai considerata con grande favore; forse perché abituata fin da bambina a quella che si acquista nei supermercati, mi sono radicata nel convincimento che sia fra quelle che è sottoposta più di altre all'allevamento intensivo e non dà grande soddisfazione al palato, risultando poco gustosa, asciutta e stopposa. Ma da quando posso acquistarla alla macelleria di Stefano R. che vende animali provenienti da piccoli allevamenti locali, anche il tacchino ha il suo perché, eccome! Ed è ritornato volentieri sulla mia tavola; e cosa più importante con apprezzamento di tutti.

mercoledì 18 aprile 2018

POLLO ALLO YOGURT E CARDAMOMO

Sbalzi di umore, come le temperature; vorrei cucinare, ma che cosa? Mi son fatta la diagnosi, credo si tratti di "inappetenza primaverile"! Per fortuna mi soccorre questa ricettina che con un pizzico di ingrediente "speciale", il cardamomo, e il contrasto dolce/amaro di frutta e insalata impiegata, riconcilia delicatamente il gusto con il buon appetito.

lunedì 9 aprile 2018

ALICIOTTI CON SCAROLA



Gli aliciotti, ottimi anche a temperatura ambiente, venivano preparati dagli ebrei romani per farcire i panini da portare nelle scampagnate fuori porta; abiamo quindi una ricetta di cucina ebraica "regionale", se posso esprimermi così, molto gradevole e delicata come del resto i piatti che ho proposto sino adora di quella tradizione culinaria.

giovedì 5 aprile 2018

CAKE ALL'OLIO E LIMONE CON LAMPONI

Una variante fresca, primaverile del cake e può diventare anche vivace se accompagnata con qualche pezzettino di cioccolato, al latte o fondente.

mercoledì 21 marzo 2018

PLUM CAKE CON CAROTE, MELE E COCCO


Un amore a prima vista, fra cocco e carota! Sinergia perfetta, gusti e consistenze. Un amore al primo giro di frusta, fra me e questa ricetta: mescolo, inforno et voilà il mio plum cake preferito che si scioglie in bocca, allegro e squisito.


lunedì 26 febbraio 2018

BISCOTTONI AI 3 CIOCCOLATI


Per gli amanti del genere, una ricetta che potrei tranquillamente definire da urlo!!! Una soddisfazione nel prepararli questi "biscottoni" che come impegno possono esser fatti anche da mani non troppo esperte e dai bambini, ma soprattutto un gran piacere per chi li mangia.